Giu 27 2012

Una smart city dai capelli grigi

newspaper3

Questo articolo è comparso sul Corriere della Sera del 26 giugno 2012 e potete leggerlo qui.

*

PROGETTI PER IL FUTURO DI BRESCIA
Una smart city dai capelli grigi
Esiste anche un digital divide anagrafico. Una criticità particolarmente rilevante per l’Italia, Brescia compresa. La smart city deve essere a misura di tutti. Anche degli anziani

Nella smart city, tema emergente nel dibattito pubblico bresciano, la priorità da affrontare si chiama digital divide , che potremmo tradurre come esclusione dall’accesso. Una gamma complessa di fattori (spesso interdipendenti) di natura economica, culturale e sociale determinanti per la partecipazione alla città intelligente. L’ultimo rapporto del Wef (World Economic Forum) intitolato «Vivere in un mondo iperconnesso» piazza l’Italia al 48° posto su 142 Paesi. In Europa siamo 26esimi dopo Croazia e Montenegro. Continue reading